A_reflusso_610x320

Digestione difficile e stress: arriva in aiuto l’osteopatia

I problemi digestivi sono tra i più diffusi nella nostra società. Gli studi di psicosomatica associano spesso lo stomaco agli stati di ansia e allo stress. Influenzano l’apparato digerente causando acidità, fame nervosa e cattiva digestione. Stomaco ed emotività sono fortemente interconnessi, determinate emozioni sono avvertite come sensazioni fisiche, stati di benessere o malessere. Più del 20% della popolazione è alle prese con problemi di stomaco dovuti a stress e ansia.

Lo stress muta la nostra respirazione stimolando esageratamente la contrazione del diaframma, sopra il quale abbiamo cuore e polmoni e sotto il quale abbiamo fegato e stomaco, che fanno parte del sistema digestivo.  Una frequenza diversa di respirazione altera la funzionalità dello stomaco e del fegato. Ad esempio, lo stomaco assumerà una posizione ribassata con la possibilità che l’esofago trainato verso il basso non permetta la chiusura del cardias (l’orifizio attraverso il quale l’esofago s’immette nello stomaco), causando reflusso gastrico e problemi digestivi.

L’osteopatia lavora per riequilibrare il sistema orto-parasimpatico, cioè quello che gestisce la respirazione, il battito cardiaco, la digestione, che viene alterato dallo stress. In questo modo, la sua azione è in grado di eliminare o quantomeno ridurre le difficoltà digestive.

I nostri osteopati sanno come approcciare al sistema viscerale o ad un sistema ortosimpatico da riequilibrare.

 

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *