osteopathy procedure on the belly, forming a heart with the hands

Osteopatia e Reflusso Gastroesofageo

Prima di tutto occorre distinguere il reflusso gastroesofageo (RGE) dalla malattia da reflusso gastroesofageo. Nel primo caso si tratta del reflusso nell’esofago del contenuto di stomaco e duodeno, mentre nel secondo caso si tratta di una complicazione patologica del reflusso, con diversi sintomi, più gravi, aggiunti a quelli del normale reflusso.

Quando mangiamo l’esofago fa procedere il cibo verso il basso. Il passaggio tra i due è regolato da uno sfintere che impedisce al cibo il transito inverso. Se ciò accade l’acido cloridrico  (ed in alcuni casi anche la bile) vengono a contatto con la mucosa dell’esofago provocandone l’infiammazione (esofagite), con possibile insorgenza di sintomi come la pirosi (bruciori). Piccoli ed occasionali reflussi sono considerati fisiologici, ma in alcuni casi l’aumentata frequenza e intensità dei reflussi può assumere valenza patologica.

Il trattamento osteopatico sarà, come in ogni caso, unico e pianificato in base alle specifiche esigenze e disfunzioni specifiche del caso. Lo scopo è quello di ripristinare il corretto equilibrio omeostatico, normalizzare l’attività del sistema nervoso autonomo a livello della giunzione gastroesofagea, promuovere una corretta circolazione linfatica, normalizzare quelle ‘disfunzioni somatiche’ che impediscono all’organismo di far fronte a questa condizione.

Vuoi ricevere maggiori infromazioni?

Contattaci per prendere un appuntamento per una seduta di osteopatia a domicilio!

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *